Riflettendo il fiore dell'esistenza

Riflettendo il fiore dell'esistenza

9 Ottobre 2019 0 Di Artis Teatro

Per un po 'di sollievo stavo usando la mia auto in una stradina laterale quando ho guardato fuori dal finestrino e mi sono reso conto che per oltre vent'anni avevo persino dato una sbirciatina e apprezzato l'arena attraverso gli occhi di una danzatrice del ventre. Mi chiedo che numero di femmine afferrare la persona di una danzatrice del ventre e mettere completamente l'immagine giorno dopo giorno? Sembra ammirato che ci sia un comò invisibile in cui le nostre menti ci vestono e passeggiamo nella persona e inseriamo la persona istintivamente.

Mi sono reso conto che la fase della mia identificazione come donna era legata alle reazioni di noi necessarie al mio desiderio di occupazione. Dopo che una signora è una danzatrice del ventre per anni, non è più facile estinguersi nel tempo libero meno all'avanguardia. Ma la domanda giusta è dopo così decenni il posto in cui una signora si allontana dall'essere una danzatrice del ventre? Il percorso di una danzatrice del ventre non è la doppia carreggiata dell'esistenza; sono i percorsi sfaccettati delle opportunità che si aprono perché i ballerini sono desiderosi di passeggiare su strade meno percorse.

Stiamo ripetutamente procurando amici in difficoltà che devono essere trovati o aree che ci invitano a scovare il loro melting pot di dramma, costume e comunità. Ogni ballerina che nasce all'esistenza indossa la sua brillante fusione del drammatico ad ogni esibizione. Il nostro modo brillante di esibire trova agli spettatori quale ballerino extra o meno siamo. Ecco quello che chiamo il “fiore dell'esistenza” perché ogni persona ha il suo modello luminoso molto ammirato e ha origine dalla creatività. Lo sento impresso su tutti noi prima di nascere. Fatti in quanto non esistono due fiocchi di neve uguali, la nostra creatività si esprime attraverso una tra una forma designata di persona, principi e valori che definisce le nostre personalità. Ecco il modo in cui le Dee creano una certa creatività è abbondante e varia e sopravvive in ogni opinione colpita. Questa espressione visiva è uno dei modi più antichi attraverso la storia con il motivo di connetterci con ognuno di noi. In qualche modo infinitesimale i ballerini ricordano agli spettatori quanto prima debba subire nei suggerimenti il ​​luogo da cui si avvicinano e nel farlo ricordano a se stessi.

Il Fiore dell'Esistenza è un'opinione per ammirare gli schemi dell'avvento. È stato trovato in Egitto al Tempio di Osiride ad Abydos e sul Monte Sinai. Il tempio contiene i più antichi esempi noti del Fiore dell'Esistenza. Sono un minimo di 6, 000 scuola vecchia e sono opinioni tanto quanto ora sollievo a 10, 500 aC o precedenti. Il motivo del Fiore dell'Esistenza era scolpito sulla sfaccettatura del tempio con la precisione di un maestro muratore o muratore. Si ritiene che la costruzione del Fiore dell'Esistenza abolisca la premessa della musica per il motivo che la distanza tra le sfere è la stessa delle distanze tra i toni e i mezzi toni nella musica. Questa connessione tra ballerino, musica e ispirazione si avvicina alla stessa fonte per costruire un modello di tempo in evoluzione senza sosta.

Mi chiedo con l'apparenza della danza se non ci fosse un adagio nascosto che inconsciamente ho giurato a me stesso senza ricordare. Modificato in esso una comprensione interiore che stavo ballando con la Dea Sekhmet per calmare il suo temperamento o stavo ballando con Hathor perché è l'osservazione vendicativa di Ra? Per caso dalla nascita è stato predeterminato dal modo in cui la Dea si imprime sul mio destino che io ballo. Sedevo sollevato e mi resi conto che stavo dando una sbirciatina attraverso gli occhi di una ballerina perché sono nato prima un ballerino e ho abbracciato la mia vocazione dopo il fatto. Il modello di creatività alla fine emerge mentre le femmine si evolvono e si accontentano del loro posto all'interno del loro destino molto ammirato. Quindi è vero che fa capolino il geniale compito non emerge più solo da un ballerino all'altro, ma fa capolino come comprendono con il loro brillante designato di opinioni e suggerimenti impressionati. In verità espongo ai miei studenti che la danza è ammirare un caleidoscopio che altera i suoi schemi, forme e colpi con ogni movimento del fisico in musica. Gli spettatori vedono i risultati di permanenza della musica e del movimento lavorare collettivamente per mostrare il designato di ogni ballerino. Gli schemi sono infiniti e quale abilità ogni coreografia è una chiamata tanto quanto i cieli che annunciano che subiamo nei suggerimenti su chi siamo. Questa chiamata rimane con noi anche dopo la perdita della vita poiché è a parte l'abilità geniale dell'anima che è la fase dell'infinito.

Quindi, guardando di nuovo fuori dalla finestra, ho guardato in alto verso le nuvole e ho osservato veri progetti e formazioni che percepivano parlare di volumi con me. Per caso è stato il modo delle Dee di farmi sapere che stava ascoltando e lui o lei ha risposto alle mie domande con una bellezza infinita che in realtà mi ha lasciato senza fiato. In quel momento l'esistenza era un caleidoscopio riflessivo del fiore dell'esistenza e non lo vedevo più solo attraverso gli occhi dei miei danzatori del ventre, ma mi rallegrai della realtà che ho riconosciuto la mia vocazione così decenni fa.